Petitè salvata dai lupi

Ideazione e messa in scena Anna Teotti

disegno luci Michele Sabattoli

oggetti Stefano e Anna Teotti

Storia di una ragazzina, Petité, che scappa dall'orrore del Nazismo e della guerra. Scappa da quei “lupiuomini” che la vogliono morta e si salva grazie a dei lupi che la accompagneranno in un viaggio durato quattro anni, dai boschi del Belgio fino a quelli della Germania, Polonia, Ucraina e cosi via fino a ritornare in Belgio in cerca dei suoi genitori … Petitè si salverà passando ogni fatica , paura, sofferenza , solitudine, diventerà selvaggia e forte come i suoi nuovi amici.

Lo spettacolo vuole raccontare quella storia di ragazzi che si sono salvati nascondendosi o scappando, soli o con l'aiuto di altre persone, storie di fuga verso la libertà, storie di solidarietà e amore che convivono con l'orrore e la distruzione di città, uomini, razze e anime. Nella drammaturgia dello spettacolo vengano riportate anche altre storie o spunti di altre “anime salve”.
La messa in scena si snoda attraverso il racconto in prima persona, lasciando spazio alle emozioni, ai pensieri, ai versi, al pianto e alle risa. Come in un teatrino, da un mucchio di terra, compaiono e scompaiono oggetti simbolici che narrano gli incontri, gli orrori, le amicizie, la speranza della protagonista.

Lo spettacolo è consigliato a ragazzi delle scuole Medie e Superiori e Adulti.

 

invia richiesta info